Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada

Vittime della stradaDomenica 16 novembre c.a. ricorreva la Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada ed in questa occasione la Croce Rossa Italiana, attraverso il gruppo Giovani, si è proposta di raggiungere l’obiettivo non solo la sensibilizzazione della comunità locale al tema dei rischi derivanti da una non corretto stile di guida, ma anche l’obbiettivo di rendere, tramite una partecipazione attiva, agenti di cambiamento della propria comunità gli stessi cittadini grazie all’attivazione di processi di valorizzazione e promozione di comportamenti corretti da parte di tutti gli utenti della strada per far crescere una più responsabile cultura della sicurezza stradale.

Con l’obiettivo diretto, quindi, di per fare conoscere i rischi dell’abuso di alcol connesso alla guida, i giovani volontari si sono recati, sia in mattinata che nelle ore pomeridiane, in Piazza Trento Trieste e dintorni per chiedere alle persone incontrate di rispondere ad un test a risposte multiple segnalando di volta in volta gli errori commessi e hanno fatto provare un breve percorso “sensoriale” con l’utilizzo di particolari occhiali che alterano la visione e vanno a riprodurre fedelmente quelle che sono le condizioni in stato d’ebbrezza per quantitativi di alcol crescenti nel sangue. A conclusione infine hanno richiesto di scattare una foto con un cartello riportante uno dei dieci impegni dettati dalla Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa:
1) Usare Ia cintura di sicurezza
2) Indossare il casco
3) Moderare la velocità e mantenere la distanza di sicurezza
4) Non assumere alcol o stupefacenti prima di guidare
5) Non usare il telefono cellulare durante Ia guida
6) Essere visibile sulla carreggiata sia come pedone che come ciclista
7) Conoscere e rispettare le norme di circolazione
8) Mantenere il proprio veicolo in buone condizioni
9) Seguire la formazione necessaria ad ottenere la patente richiesta per il proprio veicolo
10) Sapere come comportarsi in caso di incidente

Sulla stima preliminare effettuata dall’ISTAT, nel solo 2013 in Italia si sono verificati più di 180.000 incidenti stradali con un numero di morti pari a 3.400, e di feriti pari a 259.500.
Rispetto al 2012, si è riscontrato una diminuzione del numero degli incidenti con lesioni a persone (- 2,2%) e del numero dei morti (-6,9%), in calo anche i feriti (-2%).
Seppure in diminuzione, il valore assoluto di simili cifre rimane sempre troppo alto. Ciò ha portato, lo scorso anno l’Assemblea Generale dell’ONU a proclamare un nuovo Decennio di iniziative per la sicurezza stradale, con lo scopo di ridurre ulteriormente il numero delle vittime sulle strade entro il 2020. In tale ambito già da diversi anni la Croce Rossa Italiana, attraverso i suoi giovani volontari, è impegnata nel tema dell’EducAzione alla Sicurezza Stradale, come metodologia di prevenzione a tale grave fenomeno.

Ci auguriamo che mobilitando, in modo multiforme tutta la popolazione, agendo con modalità e strategie condivise da un progetto nazionale per tutelare i il diritto alla tutela delle salute, siano riusciti a far leva sul senso di responsabilità del singolo verso questa causa.
Allacciate le cinture e usate la testa!

 

 

Print Friendly, PDF & Email